Comune di Budoni

Portale ufficiale del Comune di Budoni

19-10-2017
Pathway: HOME » Guardia costiera ausiliaria

Guardia costiera ausiliaria

Guardia Costiera Ausiliaria "Porto Ottiolu"

Guardia costiera

Il Centro Operativo della Guardia Costiera Ausiliaria "Porto Ottiolu" ha come principale funzione quella dell'informazione, dell'educazione e della conoscenza dei pericoli e delle risorse offerte dalle coste per permettere un piu' consapevole utilizzo delle spiagge e del mare. Questo Centro Operativo, che comprende le zone da Tavolara a Punta Orvili, ha iniziato la sua attività due anni fa. Le attività didattiche rivolte sia ai volontari, che agli alunni delle scuole, che ai soggetti adulti che utilizzano le nostre spiagge, sono volte a divulgare quelle nozioni di arte marinaresca e quelle proprietà del mare che devono spingere al rispetto dell'ambiente. A tale scopo sono state tenute delle lezioni presso le Scuole Medie inferiori di Budoni. Inoltre, con fini dimostrativi e pedagogici per il pubblico, alcuni volontari del Centro Operativo hanno partecipato alla manifestastazione organizzata dal Comune di Arzachena per il salvataggio con i cani addestrati nella Baia di Capriccioli. Il Comune di Budoni ha poi creato con l'aiuto del Comando della Guardia Costiera Ausiliaria un opuscolo-guida per la balneazione e la navigazione da distribuire ai turisti e alla popolazione locale. Il Centro Operativo ha promosso la manifestazione per la messa in mare della statua della Madonna degli Abissi in località "Punta de li Tulchi", statua realizzata con un unico masso di granito di Budduso' donata dalla comunità di Porto Ottiolu al Centro Culturale del Comune di Budduso', partecipando all'operazione. La Guardia Costiera Ausiliaria fornisce anche vari servizi, come quello d'informazione sulle condizioni meteorologiche, dando il bollettino meteo marino giornaliero del Mediterraneo. Ha contribuito, inoltre, alla creazione di un basamento in cemento regolarmente segnalato per l'atterraggio in emergenza di un elicottero vicino alla sede. Esegue poi interventi di salvataggio con la massima tempestività per il recupero di unità in difficoltà e soprattutto delle persone. La Guardia costiera Ausiliaria "Porto Ottiolu" ha presentato un progetto, detto Nettuno, per la creazione e l'utilizzo di un'area marina protetta che permetta lo studio e la conoscenza del fondale e della vegetazione nel quale si rispecchino le varie specie del nostro litorale. L'area richiesta per tale progetto e' denominata "Cala dei francesi" nel comune di Budoni in località Porto Ottiolu. Questo progetto vedrebbe interessate le classi inferiori e superiori della Scuola di Budoni e le scuole Medie di Siniscola, i cui alunni sarebbero inseriti in questo progetto ampliando così le loro conoscenze sul mondo marino. Il Centro Operativo ha cercato fino ad ora di affiancare l'opera della Guardia Costiera e della Capitaneria di Olbia nel tentativo di creare ordine e un'efficace organizzazione per utilizzare al meglio, e allo stesso tempo rispettare, l'ambiente della costa. Con la consapevolezza che gli strumenti più utili per tale scopo sono l'informazione e l'educazione, ha fatto di questi il suo principale obiettivo.

Porto Ottiolu - capitaneria
Loc. Ottiolu
Tel. 0784 846205

Guardia costiera "Numero Blu"
Tel. 1530

Madonna degli abissi

La Madonna degli Abissi

la Madonna degli Abissi, a nord di Porto Ottiolu. si trova di fronte a Punta de li turci, a 10 metri profondità ed è realizzata interamente in granito.

 

La Dole

La dole

Questa è la dole, ancora sul fondo della spiaggia di porto Ottiolu con altri reperti archeologici, che fanno supporre vi sia il relitto di una nave romana. Gli scavi sono stati effettuati dai componenti della sovraintendenza archeologica di Sassari con l'ausilio della Guardia Costiera, e il supporto della Guardia Costiera Ausiliaria di Porto Ottiolu. Gli scavi riprenderanno in primavera.

 

Eliporto

Eliporto

Era stata realizzata quattro anni fa dai volontari della Guardia costiera ausiliaria insieme al Comune. Ora, l'elisuperficie che sorge nella pineta di Sant'Anna, a Tanaunella, vicino alla sede dell'associazione budonese.
Un punto di atterraggio per elicotteri in caso di emergenze o di visite istituzionali, un nuovo punto di riferimento per autorità ed enti che potrà servire sia il territorio gallurese che quello nuorese. L'elisuperficie era stata realizzata quattro anni fa dall'associazione in collaborazione con l'allora amministrazione comunale guidata da Gianni Nieddu, che aveva messo a disposizone dei volontari un'area nella pineta di Sant'Anna, nella frazione di Tanaunella, dove si trova tuttora anche il presidio della Guardia costiera ausiliaria (area e struttura sono in comodato d'uso).

L'eliporto Koala 9.7 sorge su un'area di 1.600 metri quadrati e ha un diametro di 9 metri.