Comune di Budoni

Portale ufficiale del Comune di Budoni

19-02-2019
Pathway: HOME » Fatturazione elettronica

FATTURAZIONE ELETTRONICA

Fatturazione elettronicaFATTURAZIONE ELETTRONICA

A decorrere dal 31.03.2015 il Comune di Budoni non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in formato elettronico e, trascorsi 3 mesi da tale data, non potrà procedere ad alcun pagamento, anche se parziale, sino all'invio delle fatture in tale formato. Questa novità è la conseguenza dell'emanazione del decreto 55/2013 entrato in vigore il 06 giugno 2013, con il quale si è attivato per tutta la pubblica amministrazione il percorso di adeguamento all'utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra pubblica amministrazione e fornitori.

Ciò premesso si comunica che dal 31.03.2015 tutte le fatture emesse in forma elettronica e destinate a codesto Comune devono essere indirizzate al codice univoco UFP7EB

L'indirizzo a cui inviare le fatture al Comune di Budoni è la casella PEC: protocollo@pec.comune.budoni.ot.it

I necessari chiarimenti per la predisposizione e la trasmissione elettronica al Sistema di Interscambio sono disponibili sul sito web www.fatturapa.gov.it

In ottemperanza alla normativa si comunicano i dati utili per l'emissione delle fatture elettroniche: 

  • Denominazione Ente: Comune di Budoni
  • Codice Univoco ufficio: UFP7EB
  • Nome dell'ufficio: Uff_eFatturaPA
  • PEC: protocollo@pec.comune.budoni.ot.it
  • Cod. fisc. del servizio di F.E.: 00152340915
  • Ultima data validaz. del c.f.: 29/10/2014
  • Data di avvio del servizio: 31/03/2015
  • Regione dell'ufficio: Sardegna
  • Provincia dell'ufficio: OT
  • Comune dell'ufficio: Budoni
  • Indirizzo dell'ufficio: P.zza Giubileo
  • Cap dell'ufficio: 08020

COMUNICAZIONE AI FORNITORI

NOVITA' IVA 2015 - "SPLIT PAYMENT"

AvvisoCOMUNICAZIONE AI FORNITORI DEL COMUNE DI BUDONI.

La Legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014), con l'introduzione dell'art. 17 ter al DPR 633/1972, ha previsto un nuovo meccanismo di assolvimento dell'Iva chiamato "split payment" (o scissione dei pagamenti).

A seguito dell'introduzione di tale meccanismo, a partire dal 1 gennaio 2015, l'Iva sulle fatture di cessioni di beni e prestazioni di servizi emesse dai fornitori nei confronti del Comune sarà versata da quest'ultimo direttamente all'Erario.
Pertanto tutte le fatture con Iva emesse dai fornitori verranno saldate dal Comune applicando la scissione del pagamento: il Comune, all'atto del pagamento, provvederà a pagare al fornitore solo l'imponibile della fattura, trattenendo la quota-parte dell'Iva che verserà direttamente all'Erario.

Al fine di una corretta gestione del nuovo meccanismo, i fornitori del Comune devono riportare sulle fatture la seguente dicitura: "Scissione dei pagamenti - Art. 17-ter del Dpr n. 633/1972".